La tela: la vita
i fili trasparenti: i legami tra la gente
la luce: l'energia generatrice

Vita Legami Luce

Ogni anima legata alle altre anime
ogni tela segnata da fili trasparenti
che si uniscono - intrecciano - legano

Ogni tela bianca

intonsa

solo supporto

intatta

intatta come il nucleo centrale dell'essere

Essenza pura

intangibile, impalpabile, eterna
Essenza pura
generata dall'energia armonica cosmica
Luce:in sè collante e motore dell'essere
Heading 6
"La storia di una vita comincia da un punto qualsiasi, da un qualche dettaglio che per caso ci capita di ricordare. E a quel punto essa era già molto complessa. Noi non sappiamo cosa sarà la vita, perciò la strada non ha inizio e solo vagamente se ne può arguire la meta. Posso comprendere me stesso solo in rapporto alle vicende interiori, sono queste che hanno caratterizzato la mia vita [...]
Io posseggo questa natura arcaica che in me si combina con il dono, non sempre piacevole di vedere la gente e le cose come realmente sono [...]
Finché alla fine giunsi sulla cima e lì in quell'aria insolitamente leggera contemplai INIMMAGINABILI LONTANANZE. Si, questo è il mio mondo, il vero mondo, quello SEGRETO, dove uno può essere senza dover chiedere nulla. Da questa profondità che collega il tutto nasce il Sogno.[...]
Ero inerme di fronte ad un MONDO ESTRANEO, dove tutto appariva difficile ed incomprensibile e forse se non avessi tradotto le EMOZIONI IN IMMAGINI sarei stato distrutto dai contenuti dell'inconscio."
 
 
"The story of a life begins from anywhere, from a few details that if we happen to remember. And at that point it was already very complex. We do not know what life will be like, so the road has no beginning and just vaguely it can infer the goal. I can understand myself only in relation to the inner events, are those that have characterized my life [...]
I own this archaic nature of mine that is combined with the gift, not always nice to see people and things as they really are [...]
Until finally I reached the top, and there in that air unusually light contemplated UNIMAGINABLE distances. Yes, this is my world, the real world, what SECRET, where one can be without having to ask for anything. From this depth that pulls it all together comes the dream. [...]
I was helpless in the face of an alien world, where everything seemed difficult and incomprehensible, and perhaps if I had not translated the EMOTIONS IN PICTURES I would have been destroyed by the contents of the unconscious. "